Blog di Vacanze Greche

  1. Home VG
  2. Blog
  3. Cefalonia
  4. Da non perdere
  5. Monastero di Agios Gerasimos

Monastero di Agios Gerasimos

Il Monastero di Agios Gerasimos (San Gerasimo) è il più grande e il più importante di tutta l'isola di Cefalonia. Agios Gerasimos è infatti il santo patrono dell'isola e giorno della sua festa il monastero si riempie di pellegrini.

Situato sulle alture di Cefalonia, al termine di una strada protetta da grandi alberi, si trova il Monastero di Agios Gerasimos, preceduto da un imponente porticato con campanile. Si tratta di un maestoso edificio in mattoni rosa costruito secondo la tradizione architettonica bizantina.

La vita del Santo

San Gerasimo nacque nel 1506 a Trikala di Corinto in una ricca famiglia aristocratica, i Notaras. Fu ordinato monaco sul Monte Athos, successivamente trascorse 12 anni a Gerusalemme e 5 a Zante. Nel 1555 arrivò a Cefalonia e trascorse i suoi primi 5 anni nella grotta che porta il suo nome, situata nella zona di Lassi. Successivamente si stabilì sull'altipiano di Omala, la zona in cui ora esiste il monastero vicino a Valsamata. San Gerasimo fondò il monastero e si prese cura dei poveri e dei bisognosi fino alla sua morte nel 1579. Dopo la sua morte, il corpo di San Gerasimo fu sepolto due volte e riesumato intatto, questo portò la Chiesa a intraprendere il processo di canonizzazione.

Due anni dopo, il 20 ottobre 1581, le sue spoglie furono poste all'interno del monastero, dove si trovano ancora oggi. Il corpo di San Gerasimo si trova ancora oggi nel monastero e non si è mai decomposto, questo certificò la sua santità. Agios Gerasimos fu infatti canonizzato nel 1622 dal Patriarcato Universale.

Le sue spoglie, custodite all'interno di un cofanetto d’argento, sono una meta di pellegrinaggio non solo per gli abitanti dell'isola ma per tutti i Greci. Il Santo è noto per le sue miracolose capacità sulle malattie mentali. Ancora oggi chi soffre di disturbi legati alla psiche si rivolge a Lui per chiedere aiuto.

L'evoluzione del monastero

Inizialmente il Monastero di Agios Gerasimos era una piccola grotta costruita dal Santo nella metà del XVI secolo, dove egli stesso dormiva e pregava; poi al di sopra alla grotta fu eretta la chiesa conventuale. È possibile ancora oggi visitare la grotta, con le due stanze dove viveva l'umile monaco e la cappella soprastante dove è conservato il corpo del Santo.

Il monastero crollò nel 1953 a causa del terremoto, ma fu ricostruito seguendo lo stile bizantino ed oggi presenta una piccola cappella ed una grande chiesa costruita nel 1992 e riccamente decorata.

All'interno si trova l'imponente trono del vescovo realizzato interamente in marmo e un grande lampadario sospeso alla croce del transetto, davanti ad un grande tramezzo in marmo bianco. Le pareti e le volte sono ornate con affreschi in stile bizantino, riportanti scene dell'Antico e del Nuovo Testamento come: l'Annunciazione, il Battesimo e la Nascita di Cristo, l'Ultima Cena, la Crocefissione e l'Ascesa al Regno dei Celi, oltre al Miracolo della Pentecoste la morte di San Gerasimo rappresentata con Cristo vicino al letto di morte del Santo che tiene già in braccio la sua anima, simboleggiata da un neonato.

Nel cortile c'è un grande albero ed un pozzo, che si dice sia stato scavato dallo stesso Santo. All'interno si trova una botola dietro la quale si narra che il santo abbia trascorso la maggior parte della sua vita.


Le feste

Oltre al maestoso edificio bizantino e all'atmosfera introspettiva che conserva questo luogo mistico, il Monastero di Agios Gerasimos si distingue anche per due allegre feste che vengono celebrate qui ogni anno. Il 16 agosto, il giorno successivo alla morte del Santo e il 20 ottobre, il giorno in cui le Sue spoglie vennero trasferite qui, ha luogo un’importante processione durante la quale le Sue reliquie, alle quali sono stati attribuiti molti miracoli, vengono portate all'ombra di un platano. Si tratta di un evento molto suggestivo al quale partecipano importanti autorità religiose, fedeli e turisti. La festa si conclude con un ricco banchetto, con abbondante cibo, vino, musica e balli tradizionali. Se siete in vacanza a Cefalonia in uno di questi periodi dell'anno partecipate ad un evento unico nel suo genere.

Come raggiungere il Monastero di San Gerasimo

Il Monastero di Agios Gerasimos si trova nella zona meridionale dell’isola, sull'altopiano di Omalon, nelle vicinanze dei villaggi di Fragata e Valsamata. È facilmente raggiungibile in auto dalla cittadina di Argostoli, dalla quale dista 11 km, superando la laguna di Koutavos, dovrete svoltare a destra dopo 7 km, sulla strada per Sami.

Per completare il percorso vi consigliamo di visitare anche la Grotta di Agios Gerasimos, che si trova nella zona di Lassi, a 3 km a sud di Argostoli. Al suo interno, c'è una cappella visitata dai pellegrini in occasione della festa del Santo.

Alcune curiosità

Il culto di San Gerasimo è molto vivo sull'isola di Cefalonia e non solo.. A New York City si trova infatti una chiesa intitolata a San Gerasimo, fondata da nativi di Cefalonia che emigrarono negli Stati Uniti all'inizio del XX secolo.

Nel 1953, dopo il devastante terremoto che colpì Cefalonia, vi furono molte apparizioni di San Gerasimo in tutta l'isola, che si ritiene abbiano confortato e curato i feriti intrappolati negli edifici.

Il Monastero di Agios Gerasimos è la meta ideale per un viaggio all'insegna della cultura e della spiritualità. Un magnifico luogo sacro, immerso nella natura.

Orari di apertura
08.00 – 13.00 e 16.00 – 20.00

Cefalonia

CERCA UN HOTEL

Vacanze Greche

Voglio ricevere la newsletter con le offerte di Vacanze Greche

© Copyright 2019 VACANZE GRECHE HOLDING LLC - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia non autorizzata